Marzoli Fancy yarn


Sistema di fiammatura Marzoli Fancy Yarn

Il fancy yarn è ormai da diversi anni una  caratteristica essenziale per i tessuti  di moda   e sta conquistando sempre più spazio nell’abbigliamento , in particolare nel denim, nell’arredamento  e nei  tendaggi. La richiesta  di tessuti  complessi e  con caratteristiche che li contraddistinguono ,  è in continuo  aumento e va ad occupare segmenti sempre maggiori nel mercato tessile.
Marzoli è stato il primo produttore a presentare sul proprio filatoio un sistema di fiammatura totalmente integrato già a partire dal 1999. La stretta collaborazione tra Marzoli ed alcuni clienti leader nella produzione mondiale  di tessuti  denim, ha permesso di realizzare un sistema con altissime prestazioni , che risponde pienamente alle richieste del mercato. L’impegno e lo studio continuo di Marzoli uniti all’esperienza acquista  direttamente presso i clienti, ha consentito di migliorare e sviluppare ulteriormente il sistema di fiammatura Marzoli che è  a tutti gli effetti leader mondiale dei fiammatori integrati

Effetti di fiammatura

slub
multi-count,
multi-twist ,
reverse slub
Gli effetti di base per il  fancy yarn  sono 4   e  le combinazioni tra di essi possono originare  infiniti disegni sul filato e sul tessuto.

Slub yarn

Per produrre filato fiammato  si parte dal filato normale definito base. Questo filato avrà titolo e torsione ben determinati ed impostati in macchina  tramite il touch screen. L’effetto fiamma è ottenuto con una variazione controllata dello stiro. Per disegnare una fiamma con il sistema  Marzoli è sufficiente impostare la lunghezza in mm , lo spessore ( moltiplicatore ) in percentuale rispetto al filato base e la lunghezza in mm della pausa , ossia la distanza tra questa fiamma e quella successiva. La pausa corrisponde al filato base ovvero ad un moltiplicatore 0. Normalmente le fiamme hanno lunghezze comprese tra i 30 ed 100 mm , ma in alcuni casi sono richieste  fiamme ancora  più corte per produrre  l’effetto malfilè : un filato con piccole e numerose fiamme che creano un effetto “naturale “ di irregolarità  sul filato.  Il fiammatore Marzoli , grazie alla elettronica di ultima generazione ai  motori  ad alta  efficienza  ed a  speciali rampe di accelerazione inferiori agli 0,1 secondi ,  è in grado di produrre fiamme di lunghezza inferiore ai 20 mm, senza che né la qualità della fiamma né la resistenza del filato vengano compromesse.

Multi-count

Il multi-count è un filato che non ha un titolo ed una torsione costante , ma è formato da tratti di filato con titoli diversi. Ad ogni titolo viene associata la torsione desiderata in base alla costante α di torsione impostata. Il  multi-count è quindi ottenuto con la variazione dello stiro per modificare  il  titolo e dello sviluppo del primo cilindro per modificare la torsione.


Multi-twist

Il multi-twist è un filato in cui non c’è variazione di titolo e quindi dello stiro, ma solo una  variazione della torsione. La diversità di torsione modifica comunque il diametro del filato , ma  soprattutto il suo comportamento  durante  la tintura , creando  così interessanti  effetti   di chiaro scuro sul  filato e sui tessuti.

Reverse slub

Così come per lo slub, il reverse è ottenuto con la sola variazione dello stiro che in questo caso è negativa e riduce lo spessore del filato.   Sistema totalmente integrato


Marzoli Fancy Yarn Features:

o Totalmente integrato
o Alti standard qualitativi e produttivi  
o Utilizzo semplice ed immediato grazie alla tastiera touch screen ed ai valori espressi iin mm e percentuali
o Elevata versatilità e flessibilità 
o Rampe di accelerazione di motori  di 10 m/s , con curve sinusoidali e registrabili da tastiera per produrre filato senza punti deboli.
o Visualizzazione automatica del grafico relativo alla ricetta in lavoro per verificarne la corretta esecuzione
o Controllo automatico delle caratteristiche della fiamma con messaggio  di allarme in caso di fiamme non riproducibili 
o Lunghezza minima della fiamma inferiore ai 20 mm con moltiplicatore di 1.80
o Moltiplicatore fino a 5 volte il titolo nominale 
o Fino a 20 fiamme per metro 
o Fiammatura senza modificare la velocità del 1° cilindro per una perfetta distribuzione della torsione sul filato
o 500 linee per 500 diverse fiamme in una singola ricetta 
o Creazione automatica della ricetta di lavoro con l’inserimento dei soli parametri minimi e massimi con tre diversi sistemi di lettura :  "random", "ciclico " e  "Mcch"
o Fino a 10.000 diverse ricette memorizzabili nella macchina
o Collegamento con il sistema  Marzoli “Spin Slub” per la costruzione delle ricette attraverso un PC remoto
o Nuovo sistema di disegnare le fiamme  "Draw your slub" con il quale si può fisicamente disegnare la fiamma direttamente  sul touch screen

 

 

Draw your slub

Nei tradizionali sistemi per fiammato , la  ricetta  viene costruita tramite delle tabelle in cui si inseriscono  manualmente i tre parametri che determinano il disegno del filato :  la lunghezza della fiamma, il moltiplicatore della fiamma (spessore) e la lunghezza della pausa.
Con questo nuovo  ed innovativo  metodo brevettato da Marzoli , la fiamma viene disegnata in un apposito editor ed il filatoio si occuperà poi di seguire il profilo  disegnato.  

L'editor di disegno è molto semplice da utilizzare:

facendo doppio click sul pannello operatore si creano dei punti che vengono poi uniti da una linea. La linea risultante rappresenta l'andamento del moltiplicatore,  vale a dire  il  diametro della fiamma (y) in funzione della lunghezza della fiamma (x)

Una volta eseguito il disegno della fiamma, le si assegna un numero identificativo. Nella tabella di fiammatura verrà poi richiamato questo numero identificativo del disegno, inserendo la lunghezza e la pausa desiderata .

 

 

L'editor di disegno è molto semplice da utilizzare:
facendo doppio click sul pannello operatore si creano dei punti che vengono poi uniti da una linea. La linea risultante rappresenta l'andamento del moltiplicatore,  vale a dire  il  diametro della fiamma (y) in funzione della lunghezza della fiamma (x)
Una volta eseguito il disegno della fiamma, le si assegna un numero identificativo. Nella tabella di fiammatura verrà poi richiamato questo numero identificativo del disegno, inserendo la lunghezza e la pausa desiderata.

Utilizzare questo sistema per la progettazione delle fiamme presenta molteplici vantaggi. Primo fra tutti è la possibilità di realizzare qualsiasi disegno , entro i limiti prestazionali della macchina, senza limiti imposti dal sistema. Prima infatti si era costretti a fare fiamme con spessore costante mentre ora lo spessore può variare su ogni singola fiamma in funzione della lunghezza prodotta.
Nella tipologia tradizionale di fiammato, se si voleva dare dei disegni particolari alla fiamma, era necessario utilizzare svariate linee di programma. Con questo metodo invece è sufficiente disegnare l'effetto desiderato e utilizzarlo come e dove vogliamo.
Pensiamo ad esempio all'effetto “Slub On Slub”
Per realizzarlo prima si doveva scrivere almeno 3 linee:
L = 100, M=1,8, P=0
L = 100, M=2,5, P=0
L = 100, M=1,8 P=200

Ora, per fare lo stesso effetto è sufficiente creare il disegno dello “slub on slub”, assegnargli un numero (ad esempio “6”) e richiamarlo con la linea : ID= 6, L =300, P=200
Un altro vantaggio di questo metodo è che si possono definire rampe di accelerazione diverse, proprio perché le rampe di accelerazione fanno parte del disegno. Mentre prima si impostava una inclinazione fissa, ora abbiamo una inclinazione che varia di fiamma in fiamma personalizzando ulteriormente l’aspetto del filato.